2016: diminuisce la produzione petrolifera

5

FRANCIA – Parigi 12/07/2015. La crescita globale della domanda di petrolio dovrebbe subire un rallentamento passando a 1,2 milioni di barili al giorno (bpd) nel 2016, da una media di 1,4 milioni di barili al giorno del 2015, si legge nell’Oil Market Report pubblicato dall’Agenzia Internazionale dell’Energia (Aie) il 10 luglio.

La crescita mondiale della domanda di petrolio sembra aver raggiunto il picco nel primo trimestre, 1,8 milioni di barili al giorno, e continuerà in questo trend per il resto del 2015 e nel 2016 si affievolirà, secondo il rapporto. Secondo le stime dell’Aie, l’offerta mondiale di petrolio è salita di 550.000 barili al giorno nel mese di giugno, il più alto rendimento, sia da produttori Opec che non Opec. Con 96,6 milioni di barili al giorno, la produzione mondiale di petrolio ha registrato 3,1 milioni di barili al giorno in più rispetto all’anno precedente, con il greggio e gnl Opec che rappresentano il 60 per cento del guadagno, si legge nello studio. La crescita dell’offerta non-Opec dovrebbe arrestarsi nel 2016, vista la riduzione dei prezzi del petrolio e i tagli alla spesa. La fornitura Opec di greggio è aumentata di 340mila bpd nel mese di giugno arrivando a 31,7 milioni di barili al giorno, guidata dall’alto rendimento di Iraq, Arabia Saudita e Emirati Arabi Uniti, secondo le stime della Aie. L’agenzia ha detto che la produzione Opec era di 1,5 milioni di barili al giorno al di sopra del precedente esercizio; per il 2016 si prevede un aumento di 1 milione di barili al giorno, arrivando a 30,3 milioni di barili al giorno.