AFRICOM interviene in Libia?

51

GERMANIA – Stoccarda 08/01/2016. Secondo al Arabiya, Africom, il comando militare statunitense per l’Africa, avrebbe ufficialmente annunciato l’intervento militare in Libia.

Africom infatti ha annunciato il suo piano d’intervento quinquennale nel continente volto a contrastare l’azione dei gruppi terroristici in Africa, in particolare in Libia, secondo l’Africa News Portal, la stessa al Arabiya e il sito web twenssafm.com.
La strategia Africom poggia su quanto resoconto nel 2015: cinque obiettivi di fondo e 5 anni di orizzonte temporale:
primo obiettivo è neutralizzare al Shebab; secondo è contenere la presenza Daash in Libia; terzo, contenere Boko Haram; quarto è spezzare l’illegalità nel Golfo di Guinea e in Africa Occidentale; quinto, costruire coapcità di peacebuilding ben paesi africani.
Obiettivo generale comunque è vincere le sfide della sicurezza nel continente africano, quella posta da Daash in primis, che sta allargando il suo raggio d’azione in Tunisia.
Per quanto riguarda le possibili operazioni contro lo Stato Islamico: «Africom sta cercando di contenere e degradare ISIL» si legge nel sito web di Africom. Secondo il comando statunitense: «si stima che ci siano 3500 terroristi Isil in Libia».