AFGHANISTAN. Tensione e scontri armati al confine col Pakistan

80

Le truppe della polizia di frontiera afghana e del corpo paramilitare di frontiera pakistano si sono scontrate vicino al confine conteso dei due paesi, lasciando diversi morti e feriti da entrambe le parti.

Secondo quanto hanno detto sia funzionari afghani che pakistani, ripresi da Reuters, gli scontri sono avvenuti il 15 aprile, nella provincia orientale di Khost. 

Gli uomini della sicurezza afghana, riporta poi Rfe/Rl Radio Free Afghanistan, hanno detto che sei membri del corpo paramilitare pakistano della polizia di frontiera sono stati uccisi nello scontro nel distretto di Zazi Maidan, mentre i pakistani hanno detto a Reuters che solo due soldati pakistani erano stati uccisi.

Nello scontro a fuoco sono stati uccisi anche un agente di polizia di frontiera afghano e un membro di una tribù locale, mentre altri due afghani sono rimasti feriti. Abdul Hanan, capo della polizia provinciale ad interim di Khost, ai microfoni di Radio Free Afghanistan, ha detto che gli scontri sono scoppiati in tre località lungo il confine nelle prime ore del giorno, dopo che le truppe paramilitari pakistane hanno ignorato i ripetuti avvertimenti della popolazione locale e degli agenti di polizia di frontiera afghani e hanno attraversato il confine.

«Prima hanno preso di mira la gente del posto che cercava di impedire loro di entrare nel nostro territorio, e poi hanno sparato sui mortai della nostra polizia di frontiera», ha detto Hanan. Una dichiarazione dell’esercito pakistano ha detto che la polizia afghana ha sparato sui combattenti del Corpo di Frontiera mentre stavano effettuando un’attività di “sorveglianza di routine” lungo il confine. Nella dichiarazione pakistana si legge che solo due uomini sono rimasti feriti.

L’Afghanistan accusa regolarmente l’esercito pakistano di attaccare civili e posti di controllo di sicurezza al confine, accuse che il Pakistan nega regolarmente. Il Pakistan sostiene di essere vittima di attacchi da parte di militanti talebani pakistani che, secondo Islamabad, si basano sul versante afghano del confine.

Lucia Giannini