AFGHANISTAN. Sono sempre di meno militari e poliziotti

82

Il numero delle forze di sicurezza afghane è diminuito bruscamente nel corso dell’ultimo anno a causa dell’intensificarsi della violenza.

Secondo il rapporto pubblicato dall’Ispettore generale speciale per la ricostruzione dell’Afghanistan, Sigar, ripreso da VoA, la polizia e le forze armate afghane hanno registrato un calo di quasi l’11%. Le forze afghane hanno subito perdite senza precedenti nel 2017, con una perdita di circa 10.000 effettivi, secondo il New York Times.

Il Sigar non è stato in grado di rivelare pubblicamente il numero di forze afghane uccise, perché tali informazioni continuano ad essere classificate da Washington e Kabul. La violenza ha portato ad un aumento delle denunce di diserzioni militari nelle forze armate afghane, ma anche queste informazioni sono state classificate. Nel 2017, la polizia nazionale afghana si è ridotta di oltre 23.000 persone. L’esercito nazionale afghano ha registrato un calo di 4.818 persone.

Il governo appoggiato dagli Stati Uniti controlla poco più della metà dei distretti del paese, si legge nel rapporto, nonostante la campagna militare negli Stati Uniti nel paese.

Secondo Sigar, gli insorti controllano o influenzano il 14,5% dei distretti afgani al 31 gennaio 2018. Si tratta del livello più alto registrato da quando Sigar ha iniziato a pubblicare i dati di controllo distrettuale nel 2015. Kabul controlla il 56,3 per cento dei distretti, con le restanti aree oggetto di scontri. 

Il Congresso degli Stati Uniti ha creato il Sigar per fornire una supervisione indipendente del coinvolgimento degli Stati Uniti in Afghanistan. L’organizzazione fornisce aggiornamenti trimestrali. Nel corso dell’ultimo anno, il Sigar ha lamentato che i funzionari militari statunitensi e afgani hanno classificato dati chiave sul conflitto, impedendo di fatto che i dati apparissero nelle relazioni trimestrali. In questo trimestre l’ufficio ha dichiarato che Kabul e Washington hanno fornito più dati rispetto ai due trimestri precedenti, come si evince dai dati su chi controlla quali distretti dell’Afghanistan.

Tommaso dal Passo