AFGHANISTAN. Nevicata record a Kandahar dopo 40 anni

48

I distretti nei pressi della capitale della provincia meridionale di Kandahar sono stati colpiti dalla prima neve intensa in 24 anni il 4 febbraio. La nevicata, riporta Pajhwok, ha creato speranze per un miglioramento dei raccolti agricoli di quest’anno.

Un gran numero di persone, tra cui donne e bambini a Kandahar, la capitale provinciale, hanno affollato le vie per guardare la scena insolita, per molti era la prima volta.

Il dipartimento provinciale dell’Agricoltura ha detto che la neve è iniziata a scendere il 4 febbraio ed è caduto per un paio d’ore fino ad arrivare a quattro centimetri.

Kandahar era già stata imbiancata da un paio di anni, ma una simile nevicata in provincia non si vedeva da 24 anni.

La nevicata ha creato speranze non solo per l’agricoltura molte le scritte sulla neve che recitavano, prosegue l’agenzia: “Vogliamo la pace.”

Molte persone che hanno rivisto la neve dopo decenni l’hanno presa come un buon auspicio per la pace e la stabilità nel paese.

Agricoltori e allevatori si sono detti soddisfatti perché così si poneva fine ad un lungo periodo di siccità, che aveva messo in crisi allevamenti e coltivazioni.
Finora non erano cadute, infatti, abbastanza piogge, ma ora la neve ha innalzato la speranza per un anno prospero.
Il livello dell’acqua è aumentato nella diga di Dehla dopo le piogge e la nevicata, e l’aumento va a vantaggio degli agricoltori.

Il servizio ufficiale dell’Agricoltura ha fatto sapere che l’altezza della neve è di quattro centimetri, ma in alcune zone vicino a Kandahar, è stato di 30 cm.

Il Servizio ha confermato che la quantità di neve caduta il 4 febbraio non era stata registrato da 24 anni; mentre a Kandahar una simile nevicata non era stata registrata da 40 anni.
Il Servizio ha fatto presente che le piogge finora cadute sono arrivate a 120 centimetri, ma c’era bisogno di piogge da 400 a 450 centimetri.

Sono poi previste ulteriori piogge nel prossimo mese e mezzo della stagione invernale.

Anna Lotti