Una diga sul fiume afgano Kunar

18

AFGHANISTAN – Asadabad 13/06/2016. I residenti della provincia afgana orientale di Kunar chiedono al governo di creare una centrale idroelettrica sul fiume omonimo.

Riporta Pajhwok, che Kunar è una provincia ricca di acqua, ma manca l’irrigazione e gli abitanti sono al buio. I residenti di Kunar hanno subito enormi perdite umane e finanziarie ogni anno a causa di inondazioni devastanti e hanno fatto appello al governo per la costruzione di dighe sul fiume Kunar. Il governo pur avendo promesso da tempo la costruzione di una diga, non avrebbe fatto niente. Kunar paga per l’energia elettrica importata da altre regioni, mentre le dighe che dovrebbero essere costruite, prosegue l’agenzia, sul fiume Kunar, sarebbero in grado di produrre abbastanza energia elettrica tanto che l’Afghanistan sarebbe diventato esportatore di energia.
La costruzione di dighe per due volte era stata promessa durante il governo del presidente Hamid Karzai, senza però che fosse stato dato alcun seguito alla cosa; ora Kunar punta su Ashraf Ghani ch già lo ha fatto sui fiumi di altre province.
Il dipartimento locale dell’energia elettrica ha detto di aver condotto delle indagini per due dighe sul fiume Kunar e che tutti gli studi erano stati completati: i siti presi in esame nel distretto Sagai e Asmar, avevano la capacità di produrre, rispettivamente, 300 e 796 Megawatt di elettricità. Aspettavano solo la risposta del ministero per l’Acqua e l’Energia; stesso dicasi per le linee elettriche.
Durante l’inaugurazione della diga di Salma, il presidente Ghani aveva detto che il lavoro sulle dighe idroelettriche Kamal Khan e Kajaki sarebbe stato lanciato nell’immediato futuro e che poi sarebbero seguiti i lavori di costruzione di una diga sul fiume Kunar.