AFGHANISTAN. Islamabad isola Kabul

53

Il governo afgano ha convocato il 18 febbraio l’ambasciatore del Pakistan Abrar Hussain in segno di protesta per il recente attacco avvenuto nelle province orientali dell’Afghanistan.

Il ministero degli Esteri dell’Afghanistan ha convocato l’ambasciatore pachistano a Kabul, dove il viceministro degli Esteri Hekmat Khalil Karzai ha chiesto spiegazioni, ma ha anche porto le sue condoglianze per le vittime dei recenti attacchi suicidi in Pakistan.

Secondo quanto riporta l’agenzia Dawn, il portavoce del Foreign Office pakistano, Zakarya Nafees, ha detto che il Ministero sta raccogliendo ulteriori informazioni su questo sviluppo ed è stata contattata l’ambasciata del Pakistan in Afghanistan per notizie ulteriori.

Almeno due persone sono state uccise e altre due ferite nei bombardamenti provenienti dal Pakistan, secondo quanto riferito sui media afghani.
Karzai ha anche detto che il governo afghano vuole che il Pakistan prenda provvedimenti severi contro i terroristi che si nascondono in Pakistan.

Il ministro afghano ha espresso preoccupazione per la chiusura dei valichi di frontiera di Torkham e Chaman e ha chiesto la riapertura dei valichi.

I funzionari degli Esteri pakistani dicono che un secondo posto di frontiera a Chaman in Afghanistan è stato chiuso, arrestando così tutte le forniture commerciali per il paese che è senza sbocco sul mare.

La chiusura delle frontiere in Balochistan arriva dopo l’attentato suicida al santuario Lal Shahbaz Qalandar che ha ucciso 88 persone. La chiusura è stata vista come una manovra per fare pressione su Kabul affinché agisca contro i militanti che il Pakistan dice hanno rifugi e protezioni in Afghanistan.

In precedenza, è stato anche chiuso il valico di frontiera di Torkham, che collega il Pakistan alla provincia di Nangarhar in Afghanistan. L’attacco alla moschea pakistana è stato rivendicato dallo Stato islamico; alla rivendicazione ha fatto seguito un’operazione a nazionale antiterrorismo lanciata in tutto il paese ancora in corso.

Tommaso dal Passo