AFGHANISTAN. Donati macchinari sanitari all’ospedale di Herat

149

Si è svolta nei giorni scorsi a Camp Arena, sede del Train, Advise and Assist Command West su base Brigata alpina Taurinense, la donazione di importanti attrezzature mediche all’Ospedale Regionale e all’Ospedale Pediatrico di Herat.

Le apparecchiature sanitarie consegnate all’Ospedale Regionale costituiranno un laboratorio molecolare in grado di effettuare la reazione a catena della polimerasi, comunemente nota con la sigla PCR. Il progetto, finanziato dalla Cooperazione Civile e Militare (CIMIC) della Difesa italiana, consentirà al nosocomio pubblico di Herat di effettuare rapidamente diagnosi su patologie pericolose e molto diffuse in Afghanistan e si concluderà con un corso di formazione svolto dal contingente italiano per abilitare i medici e paramedici afghani all’uso della tecnica di PCR.

L’incubatrice donata all’Ospedale Pediatrico di Herat, è il risultato della stretta collaborazione tra il contingente italiano e Associazione Nazionale Alpini (ANA) di Varese, che ha voluto per l’ennesima volta dimostrare la propria efficienza e solidarietà alla popolazione afghana colmando una delle carenze del nosocomio pediatrico individuate dai responsabili della cellula CIMIC all’inizio del mandato della brigata Apina Taurinense.

La consegna delle nuove attrezzature è stata l’ultima di una serie di precedenti donazioni avvenute nell’ultimo semestre, attraverso le quali sono state anche distribuite oltre 230 mila confezioni di farmaci generici ai presidi sanitari di Herat.

I proficui e costanti rapporti con il Dipartimento di Sanità di Herat e con l’organizzazione sanitaria dell’esercito afghano, instaurati nel corso di anni di collaborazione dal contingente italiano, proseguono con collaborazioni finalizzate non solo al supporto sanitario di emergenza, ma soprattutto con continui confronti tra il personale medico italiano e locale; inoltre sono stati svolti numerosi corsi formativi a favore del personale dell’ospedale militare del 207° Corpo d’Armata dell’Afghan National Army (ANA) di stanza a camp Zafar, condotti nell’ambito dell’addestramento (Train) e consulenza (Advise e Assist), compito attualmente svolto dagli advisors della Taurinense a favore delle Afghan National Defence and Security Forces (ANDSF).

Il supporto alla popolazione, realizzato grazie al contributo degli operatori del Multinational CIMIC Group, unità dell’Esercito – multinazionale e a valenza interforze – specializzata nella cooperazione civile-militare,  è una delle attività che si affianca a quella principale di addestramento e assistenza delle Forze di Sicurezza afghane, focus primario della missione di Resolute Support.

Redazione