AFGHANISTAN. Advisor italiani formano i coordinatori del fuoco aereo 

55

Nove coordinatori del fuoco aereo, inquadrati presso le forze speciali ed il 207° corpo d’armata dell’Esercito afgano, assistiti dagli advisor italiani e dagli istruttori provenienti dal comando di Resolute Support, hanno condotto e concluso con successo un’esercitazione.

Il personale afgano esercitato ha sviluppato un’articolata attività di coordinamento fra le forze terrestri e i piloti dell’aviazione afgana necessaria per l’acquisizione degli obiettivi e il successivo ingaggio. I coordinatori del fuoco e i piloti hanno dimostrato di aver acquisito elevati livelli di professionalità e di capacità operativa nella designazione e nell’ingaggio chirurgico degli obiettivi definiti.

Tale esercitazione ha concluso un iter addestrativo svolto a favore delle Forze di Sicurezza afgane, teso a migliorare la risposta di contrasto all’insorgenza e ad evitare il coinvolgimento della popolazione civile.

I trainer del contingente italiano, nel pieno rispetto del mandato della missione Resolute Support – che prevede l’attività di addestramento, di consulenza e di assistenza a favore delle Forze di Sicurezza afgane – hanno, infatti, trasmesso ai militari afgani le specifiche competenze tecniche necessarie per la conduzione delle esercitazioni e delle operazioni militari.

Il TAAC-West assiste le forze di sicurezza su base funzionale, al fine di massimizzare la capacità autonoma delle forze di difesa e di sicurezza nazionali afgane, di assicurare la popolazione afghana nelle aree strategiche delle regioni partner e promuovere il governo afghano. Durante tutti i periodi, TAAC-West garantisce un elevato livello di protezione delle forze di coalizione e crea le condizioni per un trasferimento sicuro e graduale di Camp Arena al governo afghano, facilitando lo sviluppo economico e infrastrutturale dell’aeroporto.

Il TAAC-West addestra, consiglia e assiste il 207th Corpo d’Armata dell’Afghan National Army, l’esercito afgano e la 606th Zona dell’Afghan National Polize, nelle province di Badghis, Farah, Ghor e Herat.

Ne fanno parte Albania, Italia, Lituania.

Redazione