TAPI, dall’ADB i soldi per la costruzione

50

TURKMENISTAN – Ashgabat. 20/11/13. Siglato Ashgabat un accordo di servizio per la (TAPI), il gasdotto che passa per Turkmenistan -Afghanistan – Pakistan – India. A darne notizia il canale di stato televisivo del Turkmenistan.

 

Secondo il rapporto è stato firmato l’accordo con il consigliere transazionale della Banca asiatica di sviluppo (ADB), con l’azienda di stato  Stato Turkmengas, per l’Afghanistan, Gas Corporation; Inter Gas Systems Corporation Limited per il Pakistan e Gail Company Limited per l’India. 

L’accordo interstale firmato ad Ashgabat segna l’avvio della realizzazione pratica del progetto TAPI sottoscritto nel 2010 e serve come documento di base per la promozione del progetto. Nel maggio 2012, il governo turkmeno ha firmato un accordo per la vendita e l’acquisto di gas naturale con l’India di Gail Ltd. e Sistemi di gas a stato del Pakistan. È stato firmato un accordo corrispondente con l’Afghanistan nel mese di luglio, 2013. In questa fase è stato creato un quarto giuridico per affrontare le questioni legate alla formazione di un consorzio TAPI che fornirà il finanziamento e la costruzione della linea elettrica. La capacità di TAPI, in base al progetto, è di 33 miliardi di metri cubi di gas naturale all’anno. La lunghezza stimata è di 1.735 km. E si prevede che il gasdotto si estenderà dal più grande giacimento di gas in Turkmenistan ‘Galkhynysh’ attraverso le città afghane di Herat e Kandahar per l’insediamento Fazilka sul confine pakistano – indiana.

Il Presidente del Turkmenistan, Gurbanguli Berdimuhamedov, ha detto nel suo messaggio ai partecipanti alla inaugurazione della mostra e alla conferenza ‘Petrolio e gas del Turkmenistan’ che è stato osservato un reale progresso nella realizzazione del TAPI. «Vorrei sottolineare che si osserva un grande progresso nel processo di attuazione di TAPI, il Turkmenistan -Afghanistan – Pakistan- India, progetto di gasdotto», ha riferito il Presidente. Berdimuhamedov ha sottolineato che il Turkmenistan ha grandi riserve di idrocarburi e si trova in una posizione geopolitica favorevole considera l’affidabilità e la sicurezza degli approvvigionamenti di idrocarburi sui mercati mondiali come un elemento importante dello sviluppo sostenibile.