Doha: 884milioni di dollari per l’acqua

43

QATAR – Doha. 23/01/14. Il Qatar spenderà 884m di dollari per progetti che raddoppiaranno la fornitura d’acqua e aumentaranno le riserve di oro blu.

Il Qatar è unodei paesi più aridi del mondo, le sue riserve idriche sono di circa 947.500 litri che basterebbero un solo mese in caso di emergenza, almeno secondo l’autorità dell’acqua dello stato del Golfo, Kahramaa. Il Primo Ministro e Ministro degli Interni sceicco Abdullah bin Nasser bin Khalifa Al Thani ha detto che ci sono cinque progetti per un valore complessivo QR3.22bn pronti per partire con l’obiettivo di aumentare le riserve del 126 per cento fino a 561m galloni.
Cinque nuovi serbatoi d’acqua e stazioni di pompaggio verranno costruiti in Duhail, Umm Qarn, Mesaimeer, Sud Doha e Muathier, così come i nuovi serbatoi presso le stazioni già esistenti.
Essi dovrebbero essere pronti entro la fine del 2017 e saranno alimentati da energia elettrica prodotta da pannelli solari. «Le Apparecchiature Solar saranno installate sulla superficie dei serbatoi per generare elettricità», ha detto lo sceicco Abdullah. «Ciò consentirà inoltre a ciascun serbatoio di funzionare in modo indipendente utilizzando l’energia solare in caso di qualsiasi emergenza».
Il presidente del Kahramaa, l’Ingegnere, Essa bin Hilal Al Kuwari ha detto che le stazioni saranno situate in zone con una popolazione superiore e flussi di acqua bassa .
«Essi assicurano la disponibilità di più di una stazione per un settore per affrontare le emergenze e di evitare le interruzioni», ha detto.
L’acqua è un elemento chiave negli stati del Golfo, dove la maggior parte delle forniture provenienti da impianti di desalinizzazione. La regione genera circa il 40 per cento di acqua dissalata totale nel mondo.