Acqua razionata in Malesia

12

MALESIA – Kuala Lumpur 24/05/2016. Anche se precipitazioni della settimana scorsa in alcune parti del sud-est asiatico hanno alleviato la siccità, la scarsità d’acqua impone ancora il razionamento in alcune zone della Malesia come Johor.

Secondo quanto riportato da The Star Online il razionamento, che ha avuto inizio il 18 aprile e sarebbe dovuto durare fino al 15 maggio, ha colpito 85mila utenti domestici e industriali nei distretti di Kota Tinggi e Mersing di Johor nel sud-est malese.
Le restrizioni nelle forniture sono rimaste in vigore a causa delle ridotte capacità negli impianti di trattamento delle acque, ancora al di sotto dei livelli critici, tanto che il razionamento dovrebbe continuare a Mersing e Kota Tinggi fino al 15 giugno. Più a nord, nello stato di Perak, la situazione è migliorata, poiché la pioggia ha contribuito a ripristinare il livello dell’acqua del Bukit Merah Lake, riporta il New Straits Times. Il livello del Bukit Merah è salito a 8,10 metri, in aumento rispetto ai 5.97m di un mese fa.
La situazione è migliorata alla città di Felda Lok Heng di Kota Tinggi dove in seguito all’aumento del livello dell’acqua del Sungai Sedili Kecil, che fornisce l’acqua per l’impianto di Lok Heng, arrivato a 2,67 metri rispetto ai precedenti 1,5 metri.
La città, che ha più di 18mila consumatori, è stata tra le aree più colpite dal razionamento idrico. Purtroppo per tutte le altre aree, il razionamento dovrebbe durare fino alla scadenza programmata.