Gestione idrica in Centro Asia

46

UZBEKISTAN – Tashkent 21/11/2015. Le prospettive di cooperazione transfrontaliera nel quadro della Convenzione sulla protezione e l’utilizzazione dei corsi d’acqua transfrontalieri e dei laghi internazionali del 1992 e il suo ruolo nel raggiungimento di uno sviluppo sostenibile fino al 2030 sono stati al centro del meeting tenutosi a Budapest.

Ne da notizia il ministero degli Esteri dell’Uzbekistan. L’Uzbekistan , rappresentata dall’esperta Dinara Ziganshin, è stato eletto membro della commissione per la Convenzione sulla protezione e l’utilizzazione dei corsi d’acqua transfrontalieri e dei laghi internazionali dell’Onu, Unece. Secondo il comunicato, le attività del comitato forniranno l’opportunità di lavorare più strettamente con l’Unece in un quadro giuridico internazionale secondo il principio dell’uso razionale ed equo delle risorse idriche in Asia centrale. Alla riunione hanno partecipato i rappresentanti di 74 paesi, la Commissione europea, la Commissione economica della Fao, il Programma di sviluppo delle Nazioni Unite, lo United Nations Environment Programme, il Centro regionale delle Nazioni Unite per la diplomazia preventiva per l’Asia centrale, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, e altre organizzazioni intergovernative e non governative, oltre che esponenti del mondo accademico.