Accordo Petrobras – YPFB

57

di Maddalena Ingrao BOLIVIA – Santa Cruz. Petrobras e la boliviana Ypfb hanno firmato un contratto del valore di 1,2 miliardi di dollari per l’esplorazione di gas naturale nel sud della Bolivia.

Il presidente boliviano Evo Morales e il ministro brasiliano delle miniere e dell’Energia, Fernando Coelho Filho, viaggiato per città orientale della Bolivia di Santa Cruz per la cerimonia della firma. «Gli investimenti di aziende come Petrobras e Eletrobras sono garantiti dalla costituzione, sono sotto accordi ratificati, inoltre, dalla nostra assemblea legislativa», ha detto Morales, ripreso da Efe. Nel corso della riunione alla presenza di Morales, il ministro degli Idrocarburi boliviano, Luis Alberto Sanchez e Coelho Filho hanno firmato 4 accordi, riporta RadioFides.

Il presidente boliviano ha poi ricordato che nel 2006, il suo governo ha pagato un risarcimento a Petrobras dopo la nazionalizzazione di una raffineria di proprietà della società brasiliana; Coelho è il primo ministro del nuovo governo brasiliano che visiti la Bolivia; Morales ha chiesto la prosecuzione della cooperazione tra il Brasile e il suo paese, nonostante i drammatici sviluppi di Brasilia: «Abbiamo bisogno di integrarci e comunicare con gli altri continenti, ma dobbiamo anche abbassare i costi e ridurre il tempo delle esportazioni e importazioni. Poi, come fratelli e vicini, il Brasile e la Bolivia sono obbligati a lavorare insieme nel rispetto delle loro differenze ideologiche», ha detto Morales, ripreso da La Razon.

Morales ha poi fatto il punto su proposta peruviano-boliviana di costruire una ferrovia che colleghi la costa atlantica del Brasile con la costa del Pacifico del Perù attraverso la Bolivia. Morales ha per questo incaricato il ministro Coelho, di trasmettere a Temer che i due paesi hanno bisogno di «una grande integrazione strategica, data dalla costruzione di strade e ferrovie. Brasile, Bolivia e Perù guadagneranno molto dalla ferrovia oceanica (…) la ferrovia da Puerto Santos al porto di Ilo, in Bolivia, diminuirebbe i costi e i tempi di esportazione e di importazione», riporta El Pais. Oltre al contratto Petrobras-Ypfb, il meeting di Santa Cruz ha proposto la possibilità di un progetto idroelettrico sul fiume Madera, un affluente del Rio delle Amazzoni condiviso da Bolivia e Brasile.