Accordo PAM KSRELEF per gli aiuti allo Yemen

52

di Antonio Albanese ITALIA-Roma 28/11/2016. Il 25 novembre 2016, a Roma, è stato firmato un accordo tra il Programma Alimentare Mondiale (Pam) delle Nazioni Unite e il Centro Re Salman  per l’Aiuto e il Soccorso Umanitario (Ksrelef) dell’Arabia Saudita. L’accordo prevede il contributo da parte dell’ente saudita della somma di 10 milioni di dollari a sostegno delle attività messe in atto dal Pam per combattere la malnutrizione nel Governorato di Hodeidah in Yemen. Il contributo verrà utilizzato per fornire pasti di emergenza a circa 465mila persone per sei mesi. L’accordo è stato firmato da Abdullah Al Rabieeah, supervisore Generale del Ksrelef e consigliere Speciale alla corte reale saudita,  e Ertharin Cousin, direttore Esecutivo del Pam (nella foto) alla presenza dell’ambasciatore saudita Rayed Khalid A. Krimly.
Al Rabieeah ha descritto il profondo legame reciproco che lega la popolazione yemenita a quella saudita, un legame antico e insostituibile che perdura nonostante la presenza di milizie ribelli che stanno combattendo. Ha rivelato che il Ksrelef opera anche nei territori e nelle città in cui sono presenti gli Houthi e che l’aiuto viene prestato indistintamente a tutti. La popolazione yemenita accoglie con favore le ong collegate a Ksrelief anche se le milizie, come avvenuto in passato, sono contrarie alla loro presenza.
L’ambasciatore Krimly ha poi precisato che la ricerca di una soluzione politica che ponga termine al conflitto prosegue e che nonostante gli eventi bellici che ormai hanno toccato il suolo saudita la porta del dialogo è aperta per una serie di incontri cui partecipano tutti gli attori premesti nello scacchiere.
Più di 14 milioni di persone in tutto lo Yemen stanno lottando contro la fame, di cui 7 milioni soffrono di una grave insicurezza alimentare. In alcuni governatorati, il 70 per cento della popolazione è a rischio alimentare; in quello di Hodeidah, Mar Rosso, la situazione è particolarmente allarmante: viene registrato un elevato tasso di malnutrizione tra i bambini sotto i cinque anni pari al 31 per cento, più del doppio della soglia di emergenza fissata al 15 per cento.
«Sempre più persone in Yemen soffrono la fame ogni giorno, e la situazione è tragica», ha detto il direttore esecutivo del Pam «Le madri, con poco da mangiare per loro stesse, spesso non hanno altra opzione che veder morire di fame i loro figli. Siamo grati per il sostegno continuo del Regno dell’Arabia Saudita per combattere la malnutrizione e affrontare la sfida della fame nel Hodeidah».
Il Pam sta fornendo cibo a più di tre milioni di persone ogni mese dal febbraio 2016. Tuttavia, negli ultimi mesi, il Pam ha dovuto diminuire le razioni per coprire sei milioni di persone ogni mese, perché le esigenze sono in aumento e le risorse stanno diminuendo.
Nello Yemen, il Pam mira anche per trattare e prevenire la malnutrizione di cui soffrono circa 700mila bambini sotto i cinque anni, le donne incinta e madri che allattano. Le attività vengono svolte con partner locali in 2200 centri sanitari in 14 governatorati in tutto lo Yemen.
Quanti riceveranno assistenza attraverso il contributo KSrelief, 235000 persone saranno aiutate con distribuzioni di cibo mentre quasi 230000 riceveranno buoni pasto.
Il Pam ha ricordato di aver bisogno di più di 459 milioni di dollari per fornire assistenza alimentare in tutto lo Yemen a partire dal prossimo aprile 2017.