16 punti per pacificare il delta del Niger

38

di Luigi Medici NIGERIA – Abuja 03/11/2016. I capitribù del delta del Niger hanno invitato il presidente Muhammadu Buhari a ritirare l’esercito dalle aree petrolifere, alle compagnie petrolifere di spostare la sede nell’area e di spendere di più per lo sviluppo della zona allo scopo di porre fine alle attività militanti nella regione. Buhari ha incontrato i leader per la prima volta da quando i militanti hanno iniziato a gennaio una serie di attacchi contro gli oleodotti per avere una quota maggiore dei proventi del petrolio.

Nel corso della riunione nella villa presidenziale di Abuja, i leader del Niger Delta, insieme ai rappresentanti dei gruppi militanti, hanno dato a Buhari una lista di 16 richieste per pacificare la regione. Il presidente nigeriano ha inviato rinforzi militari a maggio per dare la caccia ai militanti, una decisione che ha alimentato la rabbia dei locali che lamentano stupri, saccheggi e arresti di giovani non legati ai militanti; tutte accuse negate dai militari.

Buhari, il 2 novembre, ha detto che i capi militari stavano valutando le proposte, e una volta che Buhari avrà tutte le valutazioni del caso prenderà una decisione.

I capi della delegazione del Delta hanno poi chiesto che le compagnie petrolifere spostassero le proprie sedi nella regione in modo che i giovani disoccupati, spesso attratti dai militanti, potessero avere più posti di lavoro; tutte le imprese straniere attive in Nigeria hanno la sede a Lagos. I leader del Delta hanno poi anche chiesto più fondi per lo sviluppo e un piano di amnistia per gli ex combattenti che Buhari aveva in programma di tagliare.